SCIARPA INVERNALE CFC !!

E' tornata la sciarpa invernale con i simboli della città! Per qualunque info scriveteci una mail o un messaggio sulla ...

Braccialetti "Carrarese 1908"

Sono tornati i braccialetti in silicone, adesso anche nella colorazione gialla e nella nuova taglia più piccola adatta ai ragazzi !! Si...

TESSERAMENTO 2019

Sono aperte le iscrizioni all'Associazione CARRARESE FAN CLUB per l'anno sociale 2019. La tessera ha validità per l’anno solare (scadenza...

Prossima Gara

27-04-2019 16:30
 
Carrarese - Cuneo

News Fan Club

Intervista a Marco Taffi

Dopo la scorsa settimana aver intervistato Pietro Rubino, oggi facciamo un salto ancor piu' nel passato, e ci proiettiamo nei primi anni Ottanta, un epoca quella, dove la Carrarese giocava un bellissimo, e spettacolare calcio, che ancora oggi è vivo nei ricordi di moltissimi tifosi, e ahimè fortissimo rimpianto.

Bene, ascoltiamo un protagonista di quel tempo, Marco Taffi.

1.  Ciao Marco, parlaci della tua carriera calcistica...

La mia carriera calcistica è iniziata nel 1971 con la squadra del paese in cui sono nato il Rosignano Solvay, categoria Promozione, ed è proseguita con le seguenti squadre tutte a livello professionistico, Cerretese, Pistoiese, Carrarese (1980-1986), Prato, Derthona, Cecina, Massese. Con quest'ultima squadra è terminata nel 1990 la mia carriera da calciatore, ed è iniziata quella da allenatore, prima in categorie professionistiche, poi dilettantistiche, attivita che prosegue tutt'oggi.   

2. Raccontaci quanto sei arrivato nella Carrarese, e in quale ruolo giocavi?

Sono arrivato alla Carrarese nel 1980, anno in cui Gianfranco Cecchinelli era il presidente, e Corrado Orrico era tornato ad allenare la squadra. Il mio ruolo fino ad allora era stato quello di classico centrocampista. Di seguito il Mister mi ha trasformato, prima in esterno di fascia sinistra, poi in centrale difensivo, ruoli nei quali credo di aver potuto dare il meglio di me stesso.  

3. Quali emozioni hai provato vincendo il campionato nell'anno 81/82 con la promozione in C1?

La vittoria del campionato 81-82 è stata sicuramente la più grande soddisfazione della mia carriera calcistica.

4. Il 15 Maggio 1983 a quattro turni dal termine del campionato, Carrarese-Brescia 0-1, a distanza di anni come ti spieghi quella sconfitta?

Su la partita Carrarese-Brescia, come ben sapete, ne sono state dette, e scritte di tutte, anche per i movimenti di mercato avvenuti in seguito. Posso però assicurare, e garantire da capitano della squadra, che è stata semplicemente una giornata storta, abbiamo giocato male, e perso meritatamente. Società, Mister, e squadra avrebbero voluto raggiungere l'obiettivo di andare in Serie B.

5. Alla conclusione del campionato, il 5 giugno 1983 la classifica recitava cosi....Triestina punti 47, Padova 43, e Carrarese 40, che rimpianti hai per quel finale di stagione?

L'unico rimpianto, e recriminazione che ho è quello di esser stati "derubati" di un traguardo (Serie B), che avevamo dimostrato sul campo di meritare ampiamente.    

6. Nello stesso anno arrivò anche una gioiosa consolazione, ovvero la vittoria della Coppa Italia di serie C della Carrarese, che di fronte al pubblico dello stadio dei Marmi batteva il Fano, che ricordi hai di quella finale?

Il ricordo più bello della finale di Coppa Italia, è sicuramente l'immagine del pubblico presente allo Stadio dei Marmi.

7. Che rapporto avevi con i tuoi compagni, e quali sono i trucchi per far si che un gruppo diventi vera Squadra?

Il rapporto con i miei compagni era eccezionale. Ci frequentavamo spesso anche fuori dal campo, e l'affiatamento tra noi era notevole. Tutt'ora, quando possibile, ci sentiamo e frequentiamo. Questo è stato di certo, uno dei motivi del rendimento di squadra di quei campionati.

8. Quali erano i pregi, e difetti del Mister Corrado Orrico?

Di Mister Orrico potrei scrivere un libro di elogi. Dico però una cosa sola...E' un allenatore che riesce tirar fuori dai suoi giocatori il 110% di se.

9. Il presidente di quell'epoca era il Signor Cecchinelli, che ricordi hai i lui?

Gianfranco Cecchinelli era il Presidente, ma anche uno dello spogliatoio. Lo ricordo con tanta simpatia, e stima, come del resto anche gli altri dirigenti di quegli anni.                                        

10. Hai qualche aneddoto, o curiosità che è successo durante la tua permanenza nella Carrarese?

Aneddoti e curiosità ce ne sarebbero tantissimi, non tutti raccontabili...uno dei più caratteristici, sono i "frequenti svenimenti" di noi giocatori nei percorsi in salita durante la preparazione estiva di Mister Orrico, e del preparatore atletico, l'indimenticabile Prof. Mannoni, coadiuvato dall'altrettanto indimenticabile massaggiatore, Vincenzo Forno.

11. Che differenze ci trovi, tra il calcio da te giocato, e quello di oggi?

Per quanto riguarda le differenze tra il calcio dei miei tempi e quello di oggi sono molte, e il discorso si farebbe lungo, e troppo serio. Diciamo solo questo...forse una volta c'era più attaccamento ai "colori".

12. Sei rimasto nel mondo del calcio?

Come ho già  risposto alla prima domanda, sono ancora nel mondo del calcio.

13. In queste ultime due giornate che mancano a termine del campionato di Prima Divisione i Giallo Azzurri, si giocano la possibilità di mantenere la categoria ovviamente passando per i Play Out, cosa vuoi dire ai tuoi ex tifosi? 

Ai tifosi azzurri voglio dire..."Ora conta solo rimanere in Lega Pro1. State ancora più vicino alla squadra, e fate sentire ai ragazzi il vostro calore. Un saluto a tutti. Marco Taffi"

 

Classifica

Squadra
Punti
1 Entella 69
2 Piacenza 68
3 Pisa 63
4 Pro Vercelli 61
5 Carrarese 59
6 Robur Siena 59
7 Arezzo 58
8 Pro Patria 56
9 Novara 49
10 Pontedera 45
11 Juventus U23 39
12 Alessandria 39
13 Olbia 35
14 Pistoiese 34
15 Gozzano 33
16 Arzachena 33
17 Albissola 27
18 Cuneo 25
19 Lucchese 23
20 Pro Piacenza 0

Tesseramento

 

Materiale

Diventa Sponsor

Sostienici

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi sul pulsante "Cookie Policy".