Accedi

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

TESSERAMENTO 2017

Sono aperte le iscrizioni all'A.P.S. CARRARESE FAN CLUB per l'anno sociale 2017. La tessera ha validità per l’anno solare (scadenza 31 dicembre)...

SCIARPA INVERNALE CFC !!

Il CFC presenta la sciarpa invernale con i simboli della città. Per maggiori informazioni scrivete a: 

DIVENTA FAN E ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK

DIVENTA FAN DEL CARRARESE FAN CLUB ! CLICCA MI PIACE SULLA NOSTRA FACEBOOK E ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK "LA CARRARESE SIAMO NOI" PER DIALOGARE CON PERSONE CHE HANNO LA TUA...

Prossima Gara

17-12-2017 14:30
 
Arezzo - Carrarese

News Fan Club

Storia

L'Unione Sportiva Carrarese Calcio 1908 ha i natali nel 1908, ma solo nel 1919 invece vi fu la prima esperienza ufficiale. La Carrarese giocava nel campo "Augusto Mungai" in seguito chiamato "Campo Viale XX Settembre".

Nel 1946 venne ammessa provvisoriamente alla Serie B Nord per aver sfiorato la promozione nel 1943, anno dell'interruzione dei tornei per la guerra.Nel 1955 la Carrarese si trasferì all'attuale stadio comunale "dei Marmi", impianto che venne inaugurato con la partita Carrarese-Piombino.Nel suo palmares la Carrarese vanta una Coppa Italia Serie C, vinta nel 1983.Nella stagione 2005/2006 la Carrarese si è salvata dalla retrocessione in Serie D ai play-out pareggiando nella finale di ritorno contro il Castel San Pietro per 1-1 in casa, dopo che l'andata in trasferta si era conclusa con il medesimo punteggio.

All'inizio della stagione 2006/07 la squadra è affidata a Corrado Orrico, l'allenatore che fece vincere alla Carrarese la Coppa Italia Serie C e che la guidò nella stagione più bella degli ultimi trent'anni, la stagione 1982/83, in cui la Carrarese fu una delle protagoniste del campionato di Serie C1 arrivando a sfiorare la Serie B. Dopo un girone d'andata sotto le attese, però, Orrico decide di rassegnare le dimissioni. Al suo posto viene chiamato Ferruccio Mariani (ex-giocatore). La Carrarese ottiene la salvezza ai play-out. Nella Stagione 2007-08 è guidata da Lorentino Beoni.

Dopo la gara di ritorno contro il Poggibonsi la società ha sollevato dall'incarico Beoni chiamando al suo posto Luciano Zecchini che ha condotto la squadra alla salvezza, giunta all'ultima giornata della stagione regolare con un 2-0 sul campo del Rovigo.Nell'estate del 2008 inizia una nuova era societaria: dopo cinque anni Maurizio Fontanili lascia la presidenza, al suo posto una cordata composta da Fabio Oppicelli (presidente), Giuseppe Giarnera e Luigi Morra (vice-presidenti), Andrea Borghini (amministratore delegato).

A Rino Lavezzini è affidato il ruolo di direttore sportivo, l'ex difensore di Fiorentina e Cagliari Aldo Firicano è il nuovo allenatore. L'aspetto societario più innovativo è l'istituzione di un direttore della comunicazione, ruolo inedito nel calcio, affidato all'ex arbitro internazionale e oggi volto noto di numerose trasmissioni sportive Graziano Cesari.

Dopo una salvezza conquistata con due giornate di anticipo, nonostante diverse difficoltà incontrate dalla squadra durante la stagione (nove partite consecutive senza vittorie tra ottobre e dicembre, e l'esonero di Aldo Firicano, sostituito in panchina a fine gennaio da colui che era il Responsabile dell'Area Tecnica, Rino Lavezzini), la Carrarese il 23 maggio del 2009 presenta il nuovo allenatore per la stagione 2009/10, Salvatore Mango, reduce dalla vittoria del girone B di Serie D alla guida della Pro Belvedere Vercelli. Salvatore Mango è costretto a dimettersi il 2 novembre del 2009 per motivi familiari[1] e viene sostuito il giorno successivo[2] nuovamente da Rino Lavezzini che torna così per la terza volta sulla panchina della Carrarese. Lavezzini viene esonerato[3] e la dirigenza affida l'8 Marzo la panchina a Fabrizio Tazzioli[4] , che torna dopo l'esperienza del 1998/1999.

La sua è però solo una breve apparizione, infatti per la terza volta Opicelli e soci cacciano l'allenatore per affidarsi al tecnico delle giovanili Ferruccio Bonvini[5] nel disperato tentativo di salvarsi dalla retrocessione nei dilettanti.Nonostante la vittoria sul Bassano all'ultima giornata la Carrarese retrocede nei dilettanti dopo 32 anni consecutivi di professionismo[6].

A ridare speranza ai tifosi azzurri ci pensa però l'ingresso in società della "cordata VIP", costituita dall'ex proprietario del Pisa Maurizio Mian, il calciatore livornese Cristiano Lucarelli ed il portiere carrarino e grande tifoso Gianluigi Buffon, che, il 16 luglio 2010, acquisiscono il 50% delle quote societarie[7]. Grazie alla non ammissione di molte società in Lega Pro, la nuova società viene ripescata in seconda divisione.Nelso Ricci assume la carica di Direttore Generale e comincia ad assemblare una squadra all'altezza della situazione inserendo alcuno giocatori di esperienza come Anzalone, Gazzoli, Corrent, insieme a diversi giovani di belle speranze. La ciliegina sulla torta corrisponde al nome di Riccardo Zampagna. Il suo arrivo infiamma la piazza, ma il bomber, dopo aver contribuito ad alcune belle vittorie (suo il gol decisivo contro il Carpi), decide di smettere col calcio giocato. La squadra di Mister Monaco non si perde però d'animo, e contnua il suo testa a testa con il Carpi di Mister Sottili. Le due squadre scavano un solco consistente nei confronti delle più agguerrite contendenti che sono il S. Marino, L'Aquila, il Prato ed il Chieti e si avviano a contendersi il primo posto che da diritto alla promozione diretta in un serrate finale che vede prevalere gli emiliani. Alla Carrarese non resta che giocare le proprie carte nei play off. Nella semifinale l'avversario è il S. Marino che da filo da torcere specialmente nel ritorno allo Stadio dei Marmi dopo aver perso in casa il primo round; sotto per due reti a 0 i ragazzi gialloblu reagiscono segnando il gol decisivo con Merini e si guadanano la finalissima contro il Prato. Andata a favore dei lanieri per 1 a 0 (autorete di Benassi)., ma al ritorno il "dei Marmi" è una bolgia e con una rete per tempo, prima Benassi di testa e poi Corrent su calcio di rigore, gli azzurri si guadagnano il paradiso della Prima Divisione festeggiando insieme ad una città che impazzisce per loro.

 

Classifica

Squadra
Punti
1 Livorno 42
2 Pisa 32
3 Viterbese 30
4 Robur Siena 30
5 Monza 24
6 Olbia 24
7 Lucchese 24
8 Giana E. 23
9 Arezzo 23
10 Carrarese 23
11 Pistoiese 23
12 Piacenza 22
13 Arzachena 21
14 Pontedera 20
15 Alessandria 18
16 Pro Piacenza 18
17 Gavorrano 13
18 Cuneo 13
19 Prato 11

Tesseramento

 

Materiale

Diventa Sponsor

Sostienici

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi sul pulsante "Cookie Policy".