SCIARPA INVERNALE CFC !!

E' tornata la sciarpa invernale con i simboli della città! Per qualunque info scriveteci una mail o un messaggio sulla ...

Braccialetti "Carrarese 1908"

Sono tornati i braccialetti in silicone, adesso anche nella colorazione gialla e nella nuova taglia più piccola adatta ai ragazzi !! Si...

TESSERAMENTO 2019

Sono aperte le iscrizioni all'Associazione CARRARESE FAN CLUB per l'anno sociale 2019. La tessera ha validità per l’anno solare (scadenza...

Prossima Gara

20-10-2019 15:00
 
Novara - Carrarese

News Fan Club

"L'arbitro ha condizionato il risultato"

«E’ stata una partita stregata, la porta in certi frangenti sembrava essere più piccola del dovuto«. Non riesce a nascondere la propria rabbia Elio Calderini per il pareggio esterno raccolto dalla Carrarese a Gozzano. Un punto lontano dal dei Marmi che sa di beffa per la grande mole di gioco costruita dai ragazzi di Silvio Baldini

e per i tanti episodi dubbi in cui l’arbitro dell’incontro, Alberto Ruben Arena di Torre del Greco, è sembrato tutto fuorché impeccabile. Il più clamoroso è stato probabilmente il rigore non fischiato per fallo di Crespi su Cardoselli sul cui ribaltamento di fronte è poi arrivato il pareggio piemontese, ma sono state diverse le situazioni che hanno fatto arrabbiare gli azzurri. «Dispiace dirlo - spiega Calderini -, ma credo che sia stata una partita condizionata dall’arbitro. Oltre al penalty su Cardoselli ce n’erano almeno altri due: uno all’inizio del match su di me e un altro in pieno recupero per un fallo di mano, non parliamo poi dell’espulsione che non è arrivata quando un loro giocatore, già ammonito, ha fermato la palla di mano. Noi lavoriamo tanto tutta la settimana e diamo tutto in campo, per questo è lecito aspettarsi che anche gli arbitri facciano lo stesso». Da giocatore esperto qual è Calderini fa poi un’analisi lucida della gara sottolineando le tante cose positive con le quali gli azzurri tornano sotto le Apuane. «Nello spogliatoio eravamo tutti molto rammaricati per il risultato visto come sono andate le cose - dice il numero 11 della Carrarese -. Soprattutto nel primo tempo abbiamo creato davvero tantissimo anche se la porta in certe occasioni è sembrata essere stregata. Adesso ci teniamo questo punto in trasferta e la striscia di sette risultati utili consecutivi, ma pensiamo subito a domenica prossima quando si dovrà vincere senza se e senza mai». Tra le note positive di Gozzano c’è sicuramente anche la prestazione dello stesso Calderini che dopo appena 100 minuti giocati in questo avvio di campionato ieri è partito per la prima volta titolare mostrando numeri che fanno ben sperare per il futuro. «E’ stata la prima partita vera che ho giocato da sette mesi - spiega l’esterno azzurro - e sono soddisfatto di come ho giocato. Purtroppo sono partito un po’ in ritardo, ma ora grazie all’aiuto dell’allenatore e di tutto lo staff sto recuperando. Sono arrivato in una squadra importante e faremo di tutto per centrare il nostro obiettivo».

Si allunga a sette la striscia positiva della Carrarese. Dopo la sconfitta all’esordio al ‘Mannucci’ contro il Pontedera gli azzurri hanno raccolto 13 punti grazie a tre vittorie e quattro pareggi. Per ritrovare un’altra serie tanto lunga di risultati positivi bisogna tornare indietro di quasi un anno quando dalla trasferta di Pontedera del 29 ottobre fino a quella del 12 dicembre proprio a Gozzano i ragazzi di Baldini misero in fila otto partite senza sconfitte che valsero loro ben 18 punti frutto di 5 vittorie e tre pareggi. Rispetto alla stagione passata la Carrarese ha lo stesso numero di punti in classifica, 13, anche se un anno fa aveva segnato molti più gol, 22 contro 12 e, ne aveva subiti 15 anziché i 9 attuali. Le note positive però guardando al ruolino di marcia dell’anno scorso non mancano visto che dopo otto giornate gli azzurri nella stagione 2018-19 avevano centrato sì una vittoria in più, 4 contro 3, ma avevano già subito tre sconfitte a fronte di un solo pareggio. Proprio quello con il segno X è sempre stato un rapporto difficile per la squadra di Baldini che l’anno scorso l’ha visto uscire solamente cinque volte durante la stagione regolare e una nei playoff. La nuova Carrarese in questo avvio di annata ha già pareggiato quattro volte in campionato e una in Tim cup contro la Fermana. Curiosamente 13 sarebbero i punti raccolti dagli azzurri anche se le partite si concludessero dopo 45 minuti con Tavano e compagni che sono andati negli spogliatoi per tre volte in vantaggio, quattro volte in parità e una, contro la Pistoiese, sotto di un gol. Un aspetto su cui dovrà invece lavorare Silvio Baldini è quello della tenuta della sua squadra una volta passata in vantaggio, sono già tre le rimonte subite dagli azzurri in questi primi otto match: ieri contro il Gozzano e poi a Gorgonzola contro la Giana e alla seconda giornata al dei Marmi contro l’Alessandria. A questo elenco va poi aggiunta anche la sfida d’esordio con il Pontedera quando gli azzurri dopo essere andati sotto 1-0 riuscirono ad agguantare il pareggio per poi capitolare 3 a 1. Una, invece, per ora la rimonta compiuta dalla Carrarese, quando contro la Pistoiese riuscirono a trasformare lo 0-1 iniziale nel 2-1 finale.

tratto da La Nazione

Per restare aggiornato consulta la PAGINA FACEBOOK e il PROFILO TWITTER

Classifica

Squadra
Punti
1 Monza 24
2 Renate 20
3 Alessandria 18
4 Pontedera 18
5 Carrarese 16
6 Pro Patria 15
7 Novara 14
8 Robur Siena 14
9 Como 13
10 Pianese 11
11 Pro Vercelli 11
12 Pistoiese 10
13 Albinoleffe 9
14 Arezzo 9
15 Juventus U23 9
16 Gozzano 8
17 Olbia 7
18 Lecco 6
19 Giana E. 5
20 Pergolettese 4

Tesseramento

 

Materiale

Diventa Sponsor

Sostienici

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi sul pulsante "Cookie Policy".