SCIARPA INVERNALE CFC !!

E' tornata la sciarpa invernale con i simboli della città! Per qualunque info scriveteci una mail o un messaggio sulla ...

Braccialetti "Carrarese 1908"

Sono tornati i braccialetti in silicone, adesso anche nella colorazione gialla e nella nuova taglia più piccola adatta ai ragazzi !! Si...

TESSERAMENTO 2019

Sono aperte le iscrizioni all'Associazione CARRARESE FAN CLUB per l'anno sociale 2019. La tessera ha validità per l’anno solare (scadenza...

Prossima Gara

24-08-2019 20:45
 
Pontedera - Carrarese

News Fan Club

La Carrarese la ribalta nel finale e sogna

Il sogno continua. Una Carrarese infinita espugna per la prima volta "Silvio Piola" e conquista una storica qualificazione alla Fase Nazionale dei play-off, battendo in rimonta per 2-1 la Pro Vercelli. Aveva ragione Silvio Baldini, la cabala questa volta ha restituito alla sua squadra i tanti torti subiti in campionato e permette agli azzurri di scrivere un'altra pagina indelebile di quella favola che si chiama Carrarese.

Dopo un primo tempo di assoluta apnea, un primo rigore piemontese parato da Mazzini ed un secondo realizzato da Massimiliano Gatto, gli apuani sono riusciti a centrare l'impresa con una magia di Caccavallo ed il gol qualificazione di Biasci a tempo ormai ampiamente scaduto.L'undici di partenza. Solo tre le novità rispetto a domenica scorsa. Per l'attacco Baldini si affida a Maccarone e Piscopo, preferiti a Biasci e Tavano, mentre a centrocampo Varone prende il posto di Rosaia. In panchina di rivede Caccavallo. Al 19' arrivo il primo brivido per la Carrarese: contropiede con Germano fermato da Murolo con uno scontro violento, l'azione prosegue con Leonardo Gatto che entra in area apuana, ma, a tu per tu con Mazzini, calcia fuori dallo specchio della porta. Murolo viene poi ammonito del direttore di gara per il fallo. Al 24' l'occasione più grossa per la Por Vercelli parte da un contropiede: i piemontesi sfondano sulla sinistra, sfruttando le difficoltà di Carissoni, parte un cross indirizzato al centro, Murolo arriva tardi sulla palla, poi Luca Ricci commette fallo da rigore su Morra. Sul successivo penalty, è Mazzini a tenere a galla la Carrarese, riuscendo a deviare in angolo il destro di Morra. Dal corner successivo altro rischio col colpo di testa di Leonardo Gatto intercettato da Maccarone.La Carrarese è ancora in partita, ma gli azzurri faticano terribilmente a prendere le misure sull'avversario. Al 34' ancora Pro Vercelli con una bomba dai 30 metri di Germano dopo uno schema su punizione, ma Mazzini chiude la saracinesca. Al 36' piove sul bagnato per la Carrarese, costretta a sostituire Murolo per un problema muscolare ad una coscia. Al suo posto Baldini manda in campo Karkalis. Al 38' la Carrarese si rifà vedere dalle parti di Moschin con un destro di Valente, ma non basta ad impensierire i piemonesi. I primi 45 minuti si chiudono con un altro intervento di Mazzini sul colpo di testa di Germano. Le due squadre vanno al riposo sullo 0-0, ma il primo tempo non può che essere di chiara marca bianca.La ripresa non inizia certo meglio per la Carrarese, che vede passare in vantaggio gli avversari. All'11' dagli sviluppi di un corner l'arbitro fischia il secondo penalty in favore della Pro. Questa volta sul dischetto va Massimiliano Gatto, Mazzini intuisce, ma il tiro è imparabile. E' il momento più difficile per la Carrarese. La Pro Vercelli addirittura prova ad addormentare la partita e magicamente spariscono i palloni dalle mani dei raccattapalle. La Carrarese è all'inferno, ma non è ancora morta. Al 36' Caccavallo, entrato al posto di Maccarone, riapre i giochi con un numero di magia: sinistro a girare dai 30 metri indirizzato sotto la traversa. Un autentico capolavoro dell'ala destra. Grieco ha paura e con gli ultimi cambi manda in campo più difensori possibili. Passano i minuti, ma la Carrarese ci crede e al 48' Biasci manda in tilt un match già scritto: controllo volante col destro e sinistro potentissimo sotto la traversa: 1-2.

È un Silvio Baldini raggiante, ovviamente, quello che commenta il passaggio del turno. Una vittoria rocambolesca, contro la Pro Vercelli, finita con il gol di Biasci a un minuto dal termine e con Baldini che corre a fine partita verso il settore ospite dei tifosi azzurri. «Una gioia indescrivibile. Non ho davvero parole per dire quanto sono contento per questi ragazzi. Il destino mi ha riservato questa emozione, questa sera (ieri, ndc) abbiamo fatto fatica, ma questo è il bello del calcio che ci regala certi momenti in cui una palla può cambiare tutto. Ringrazio il destino per avermi dato questi giocatori e tifosi. Adesso passiamo il turno, ma c'è da godere intanto di questa vittoria che ci dà una carica notevole, adesso vediamo cosa esce dai sorteggi - commenta il mister -. Anche perché la Pro Vercelli è una squadra forte, organizzata e con un bravissimo allenatore. Ci ha messo in difficoltà, poteva chiudere la gara, ma non l'ha fatto e noi abbiamo colto l'attimo giusto. Fare risultato qui non era facile, ovviamente devono esserci tante componenti nel calcio e quando accadono arrivano partite come questa», conclude il mister.

Successo in campo e sugli spalti: ecco il racconto di una giornata di emozioni tutte giallo azzurre. A metà pomeriggio, in vista della partenza, alcuni punti della città diventano di fatto un ritrovo di pullman, ma soprattutto macchine e pulmini organizzati (una decina). Maglie giallo azzurre, sciarpe, bandiere e i primi cori che provano a ingannare le ore di attesa, di tensione. Dopo le 16 si parte, direzione stadio "Silvio Piola" di Vercelli. Il viaggio, le soste per l'immancabile "merenda", i cori fino al settore ospiti dello stadio. È qui che i tifosi che hanno seguito Baldini e i suoi iniziano a incitare i giocatori dal pre-partita fino alla fine. Minuti fatti di cori (come quello all'ingresso delle squadre «abbiamo un sogno nel cuore, vogliamo la promozione»; oppure «noi ci crediamo»), sciarpe, bandiere e striscioni ("La mia vita per te"). I minuti scorrono, le emozioni non mancano: a partire dal rigore parato da Mazzini nel primo tempo, proprio sotto la curva ospite, fino al vantaggio dei piemontesi. Poi i gol di Caccavallo, prima, e Biasci, poi, proprio a un paio di minuti dal termine, che valgono l'intera posta in palio.È l'epilogo della partita: i giocatori azzurri, tutti abbracciati, corrono verso i tifosi, con Baldini, tutti sotto la curva est, il settore ospite riservato ai 400 cuori giallo azzurri che non smettono di cantare ed esultare. Il sogno continua domenica.

PRO VERCELLI (4-2-3-1): Moschin; Berra, Tedeschi, Milesi, Mammarella; Bellemo, Sangiorgi; M. Gatto (dal 24' st Rosso), Germano (dal 45' st Auriletto), L. Gatto (dal 31' st Emanuello); Morra. All. Grieco.CARRARESE (4-2-3-1): Mazzini; Carissoni, L. Ricci, Murolo (dal 36' pt Karkalis), G. Ricci (dal 14' st Scaglia); Varone, Cardoselli; Bentivegna (dal 14' st Tavano), Piscopo (dal 1' st Biasci), Valente; Maccarone (dal 24' Caccavallo). All. Baldini.ARBITRO: Santoro di Messina.RETI: nel st 11' M. Gatto (rig.), 36' Caccavallo, 48' Biasci.NOTE: oltre 400 tifosi giunti da Carrara. Ammoniti: Murolo, G. Ricci, Scaglia, L. Ricci, Sangiorgi. Angoli 7-3.

8 MAZZINI. Salva la Carrarese con una serie impressionante di parate. Si supera in occasione del rigore di Morra. Non può nulla sul penalty di Massimiliano Gatto.6 CARISSONI. Soffre il passo di Gatto. Poi nella ripresa si riscatta.6 L. RICCI. Commette fallo da rigore. Nel primo tempo soffre i movimenti degli attaccanti avversari. Cresce nel secondo tempo.6 MUROLO. Non sta benissimo e dopo poco più di mezzora è costretto ad alzare bandiera bianca per un problema muscolare ad una coscia. 6 KARKALIS. Sostituisce Murolo. Entra subito in partita, soffre assieme ai compagni.6 G. RICCI. La Carrarese è sotto di un gol e si fa ammonire per aver ritardato il cambio con Scaglia6 SCAGLIA. Si becca il giallo per un fallo gratuito su Morra, poi la Pro cala di ritmo e fa meno paura.6,5 CARDOSELLI. Non riesce a costruire gioco, ma non molla mai. Si rifà col costante pressing sui portatori di palla avversari.7 VARONE. Costretto sempre a rincorrere, ma non finisce mai la benzina. Cuore e gamba.6 BENTIVEGNA. Tanto lavoro in fase di copertura.6 TAVANO. Entra in campo, ma si vede poco.6 PISCOPO. Lotta come un leone.8 BIASCI. Eroe della serata. Segna lo storico gol qualificazione con un sinistro potentissimo.6,5 VALENTE. Un motorino inesauribile sulla fascia.6 MACCARONE. Non riesce ad incidere sulla partita.8 CACCAVALLO. L'uomo del destino, quello che può scardinare ogni schema. Segna un gol da Serie A con un sinistro magico e riaccende il cuore della Carrarese.

tratto da Il Tirreno

Per restare aggiornato consulta la PAGINA FACEBOOK e il PROFILO TWITTER

Classifica

Squadra
Punti
1 Albinoleffe 0
2 Carrarese 0
3 Como 0
4 Pro Patria 0
5 Pro Vercelli 0
6 Pistoiese 0
7 Pontedera 0
8 Arezzo 0
9 Robur Siena 0
10 Alessandria 0
11 Giana E. 0
12 Olbia 0
13 Renate 0
14 Monza 0
15 Novara 0
16 Juventus U23 0
17 Gozzano 0
18 Lecco 0
19 Pergolettese 0
20 Pianese 0

Tesseramento

 

Materiale

Diventa Sponsor

Sostienici

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi sul pulsante "Cookie Policy".