SCIARPA INVERNALE CFC !!

E' tornata la sciarpa invernale con i simboli della città! Per qualunque info scriveteci una mail o un messaggio sulla ...

Braccialetti "Carrarese 1908"

Sono tornati i braccialetti in silicone, adesso anche nella colorazione gialla e nella nuova taglia più piccola adatta ai ragazzi !! Si...

TESSERAMENTO 2019

Sono aperte le iscrizioni all'Associazione CARRARESE FAN CLUB per l'anno sociale 2019. La tessera ha validità per l’anno solare (scadenza...

Prossima Gara

24-08-2019 20:45
 
Pontedera - Carrarese

News Fan Club

Gli azzurri volano con Tavano e Piscopo

Ciccio Tavano rompe il ghiaccio quando è scoccata un’ora di gioco, dopo la grande paura per la traversa colpita poco prima da Mora. Poi Piscopo mette il sigillo alla meritata vittoria della Carrarese contro un’ostica Pro Patria nella prima gara dei playoff del girone.

Qualificazione meritata per gli azzurri che ora giocheranno mercoledì sul campo della Pro Vercelli, con l’obbligo di vincere per il peggior piazzamento in classifica. La Carrarese ha anche preso una traversa con Tavano, orchestrando sempre il gioco e rischiando solo all’8’ della ripresa con la traversa di Mora. Baldini non ce l’ha fatta a terminare in panchina e nel rovente finale si è fatto espellere. Piscopo entrato nella ripresa ha spaccato la gara prima servendo una palla d’oro a Tavano per il vantaggio e poi andando a raccogliere gli applausi per il raddoppio finalizzando in rete un assist favoloso di Maccarone. Partenza guardinga della Carrarese, Baldini deve rinunciare in extremis a Caccavallo infortunato e manda lo stesso in campo una formazione da battaglia con quattro attaccanti senza fare calcoli (sarebbe stato sufficiente anche il pari) con Biasci centravanti sorretto dal trio Bentivegna-Piscopo-Tavano. Gli azzurri in difesa sono molto attenti e il temuto Le Noci gira al largo trovando la strada sbarrata dai centrali Murolo e Luca Ricci. Cardoselli e uno straripante Rosaia tengono a galla il centrocampo. Nella ripresa la partita esplode: al 2’ un’uscita azzardata di Mazzini al limite dell’area rischia di mandare in gol Gucci ma poi il portiere rimedia in bellezza. All’8’ Mora colpisce la traversa, pallone che rimbalza sulla linea, poi entra in scena Tavano che sfrutta l’assist di Piscopo per poi pareggiare il conto dei legni su punizione. Maccarone si guadagna la citazione con un filtrante meraviglioso che manda in gol Piscopo per il 2-0. Mercoledì in panchina, se venisse squalificato Baldini visto che anche il suo vice Marchionni deve ancora scontare una giornata, andrebbe Mauro Nardini, ex difensore del Cagliari in serie A.

«Voglio dedicare questa vittoria a quelle 3mila persone che non sono potute entrare per la chiusura dello stadio. L’anno scorso eravamo più di 4mila, quest’anno 1.400. Il mio pensiero in questo momento non può che andare a quanti hanno sofferto con noi da casa». Silvio Baldini non si lascia andare dopo il netto successo contro la Pro Patria, ma vuole subito dedicare un pensiero al pubblico che ormai da due anni lo ha scelto come proprio condottiero. «Questa – ha detto il tecnico azzurro – credo sia stata una vittoria meritata, che però di certo non è arrivata senza soffrire. Il calcio è fatto di episodi a cui noi quest’anno abbiamo già pagato un prezzo salatissimo. Sarebbe bastato che entrasse il tiro di Mora finito sulla traversa perché la partita cambiasse. Sono comunque contento dell’atteggiamento dei miei ragazzi, siamo scesi in campo come se fossimo noi ad avere un unico risultato a favore». Baldini ha poi parlato dell’infortunio di Caccavallo e dell’ espulsione che lo costringerà (molto probabilmente) in tribuna nel prossimo match quando, vista la squalifica anche del suo vice Marchio Marchionni, in panchina potrebbe andare Mauro Nardini. «Caccavallo in settimana ha avuto un indurimento all’adduttore e anche per la prossima gara non potrà giocare che dieci minuti. Speriamo di andare avanti e di riaverlo a disposizione. La mia espulsione è arrivata perché ho voluto difendere Murolo. Con lui in campo da quando è tornato non abbiamo mai subito un gol, ma la panchina avversaria l’aveva preso di mira e avevo paura finisse per essere cacciato». Proprio il difensore napoletano è tornato ad essere un grande protagonista in campo dopo il brutto infortunio che lo ha tenuto fuori per tutta la stagione. «E’ stata durissima – ammette Murolo – Inizialmente si pensava potessi tornare a gennaio, ma poi ci sono stati tanti piccoli problemi che mi hanno fatto allungare i tempi di recupero. Alla fine però ce l’ho fatta e voglio ringraziare tutti: medici, fisioterapisti, squadra e allenatore che mi hanno sempre supportato. Prima di tutto però se sono tornato a fare il mio lavoro credo di dover ringraziare Dio che mi ha dato la forza di riuscirci».

CARRARESE (4-2-3-1): Mazzini; Carissoni, Luca Ricci, Murolo, Ricci Giacomo (25’ st Scaglia); Rosaia, Cardoselli; Bentivegna (11’ st Piscopo), Tavano (25’ st Maccarone), Valente; Biasci (20’ st Latte Lath). A disp.: Borra, Rollandi, Alari, Karkalis, Fortunati. All. Baldini. PRO PATRIA (3-5-2): Tornaghi; Battistini (27’ st Disabato), Zaro, Boffelli; Mora, Pedone (17’ st Santana), Bertoni, Fietta, Galli (1’ st Sanè); Le Noci (35’ st Parker), Mastroianni (1’ st Gucci). All. Javorcic. Arbitro: Zufferli di Udine (Saccenti di Modena e Fantino di Savona) Marcatori: 12’ st Tavano, 27’ st Piscopo. Note: spettatori 1.457, incasso 13.640 euro, 40’ st espulso il tecnico della Carrarese Baldini, ammonito Zaro.

MAZZINI 6. Ormai titolare fisso. Lo salva la traversa sul missile da fuori di Mora. CARISSONI 6,5. Parte a mille, spinge come un matto sulla fascia destra creando più di un grattacapo ai difensori ospiti. Abbassa un po’ i giri del motore con il passare dei minuti. LUCA RICCI 6,5. Sempre sul pezzo, non concede nulla. MUROLO 7. Ha una carica agonistica e un’intelligenza calcistica superiori alla media. Quanto è mancato in questa stagione. GIACOMO RICCI 6,5. La catena con Valente funziona a meraviglia, tra anticipi da figurine Panini e qualche bella galoppata (dal 25’ st SCAGLIA 6. Esperienza per il finale). ROSAIA 7. Ercolino sempre in piedi. Corre per tre e prende un sacco di legnate, ma all’azione dopo è sempre a ringhiare sui piedi degli avversari. CARDOSELLI 7. Prova di carattere per il più giovane in campo che guida la manovra con il piglio da veterano. Tante giocate di qualità al netto di qualche errore in impostazione. Vicino al gol con un’azione travolgente. BENTIVEGNA 6,5. Salta l’uomo, si accentra e scarica in profondità, un movimento a memoria su cui la difesa bustocca non riesce mai a prendere le contromisure (dall’11’st PISCOPO 8. Alla prima palla toccata manda in porta Tavano, alla seconda segna...). TAVANO 7,5. Sbaglia un gol solo davanti al portiere, si riscatta poco dopo quando tira fuori dal cilindro la 20ª perla stagionale. Poi colpisce la traversa con una punizione magistrale (dal 25’ st MACCARONE 7,5. L’assist per Piscopo è da far vedere alle scuole calcio). VALENTE 7,5. In versione extralusso. Imperversa sulla sinistra sfornando cross a ripetizione, sfiora il gol su assiste di Bentivegna. BIASCI 6,5. Sempre più a suo agio nel ruolo di prima punta. Tiene alta la squadra e ingaggia un duello rusticano contro i colossi lombardi (dal 21’st LATTE LATH 6. Dà profondità).

tratto da La Nazione

Per restare aggiornato consulta la PAGINA FACEBOOK e il PROFILO TWITTER

Classifica

Squadra
Punti
1 Albinoleffe 0
2 Carrarese 0
3 Como 0
4 Pro Patria 0
5 Pro Vercelli 0
6 Pistoiese 0
7 Pontedera 0
8 Arezzo 0
9 Robur Siena 0
10 Alessandria 0
11 Giana E. 0
12 Olbia 0
13 Renate 0
14 Monza 0
15 Novara 0
16 Juventus U23 0
17 Gozzano 0
18 Lecco 0
19 Pergolettese 0
20 Pianese 0

Tesseramento

 

Materiale

Diventa Sponsor

Sostienici

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi sul pulsante "Cookie Policy".